Domenica, 19 maggio 2019 ore 13:24  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SPORT

Calcio di inizio per il quarto Torneo Internazionale Cittá di Lamezia Terme Memorial Pasquale Gallo (VIDEO)

Nella città della piana ha raccolto 64 squadre di piccoli atleti nati al massimo nel 2008 con 16 compagini professionistiche italiane e rappresentanti anche di Russia, Bulgaria, Albania, Malta, Macedonia, Giappone.

Calcio-di-inizio-per-il-quarto-Torneo-Internazionale-Citt-di-Lamezia-Terme-Memorial-Pasquale-Gallo-VIDEO
Giovedì 25 Aprile 2019 - 17:20

In mezzo a tutto il marasma sulle strutture sportive lametine ancora non risolto per inerzia comunale, di positivo torna il quarto Torneo Internazionale Cittá di Lamezia Terme "Memorial Pasquale Gallo" che nella città della piana ha raccolto 64 squadre di piccoli atleti nati al massimo nel 2008 con 16 compagini professionistiche italiane e rappresentanti anche di Russia, Bulgaria, Albania, Malta, Macedonia, Giappone.
Il torneo prevede due fasi:
oggi e domani mattina (tra Gianni Renda e Rocco Riga) fase eliminatoria con 16 gironi ognuno da 4 squadre;
da domani pomeriggio fino a domenica pomeriggio la fase finale, con quattro raggruppamenti da 16 squadre dati dall’ordine di classifica definito dalla prima fase. Ogni gruppo giocherà per aggiudicarsi uno dei Trofei: Memorial Pasquale Gallo, Santacroce, Sicma, Ecologia Oggi, Audi.

Un grande sforzo organizzativo con ricadute anche di indotto sul territorio (calcolando vitto e alloggio di giocatori ed accompagnatori), che di base mantiene l'intenzione di ricordare il giovane Pasquale Gallo, con i genitori nuovamente a ricordare la passione sportiva del figlio prematuramente scomparso in apertura di torneo. Per il resto della giornata, poi, è stato tutto un susseguirsi di azioni e colori in campo con il Milan campione uscente a cercare di confermare il trofeo.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Lameziainforma (@lameziainforma) in data: Apr 25, 2019 at 5:54 PDT

 




ULTIMISSIME