Giovedi, 27 giugno 2019 ore 06:05  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
CRONACA

Agli arresti domiciliari l'uomo trovato dalla Guardia di Finanza in possesso di più di 30 grammi di coaina

Abilmente celata all'interno di una presa d'aria lungo il perimetro interno del cortile di pertinenza dell'abitazione, suddivise in 35 confezioni, realizzate utilizzando 2 contenitori di colore giallo tipo “ovetti di cioccolata”, un contenitore di gomme da masticare e due buste di plastica trasparenti in cui erano riposti due involucri di colore bianco chiusi ermeticamente a fuoco.

Agli-arresti-domiciliari-l-uomo-trovato-dalla-Guardia-di-Finanza-in-possesso-di-pi-di-30-grammi-di-coaina
Martedì 11 Giugno 2019 - 13:55

Nell’ambito di un ordinario servizio di controllo economico del territorio, una pattuglia dei Baschi verdi del gruppo della Guardia di finanza di Lamezia Terme ha sottoposto a fermo un veicolo sospetto che procedeva in direzione del centro agroalimentare di San Pietro Lametino. L’automezzo era condotto da un uomo, Salvatore Iannazzo, il quale a una prima verifica alle banche dati, e’ risultato gravato da numerosi precedenti di polizia.
L’attivita' di controllo prontamente posta in essere dai finanzieri ha consentito di rinvenire un involucro, al cui interno vi erano 4 confezioni di cellophane, contenenti complessivamente 3,28 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina, che e' stata posta immediatamente sotto sequestro. I militari hanno deciso di estendere le operazioni di perquisizione all’abitazione del fermato con l’ausilio delle unità cinofile, rinvenendo ulteriori 29,85 grammi di cocaina, abilmente celata all'interno di una presa d'aria lungo il perimetro interno del cortile di pertinenza dell'abitazione, suddivise in 35 confezioni, realizzate utilizzando 2 contenitori di colore giallo tipo “ovetti di cioccolata”, un contenitore di gomme da masticare e due buste di plastica trasparenti in cui erano riposti due involucri di colore bianco chiusi ermeticamente a fuoco.
All'esito dell'attività svolta l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto in flagranza: successivamente è stato informato l'ufficio di Procura, nella persona del sostituto procuratore di turno il quale ha disposto la custodia agli arresti domiciliari dell’indagato. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Lamezia Terme ha convalidato l’arresto ed applicato - sussistendone tutti i presupposti normativi - la richiesta misura cautelare degli arresti domiciliari.




ULTIMISSIME