Domenica, 21 luglio 2019 ore 16:44  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SPORT

«Invitiamo la Commissione Straordinaria a fare quello per cui sono stati confermati alla guida del Comune dal Ministero dell’Interno, cioè riaprire tutti gli impianti sportivi»

Riparte l’attività sportiva del Basketball Lamezia ma sempre “Comune permettendo”.

Invitiamo-la-Commissione-Straordinaria-a-fare-quello-per-cui-sono-stati-confermati-alla-guida-del-Comune-dal-Ministero-dellInterno-cio-riaprire-tutti-gli-impianti-sportivi
Giovedì 11 Luglio 2019 - 12:50

Mentre un proprio ex atleta, Franco Gaetano, vola a Crema rimanendo in serie B (categoria che non ha potuto giocare a pieno in gialloblu, finendo il campionato a Catanzaro dopo il ritiro della squadra lametina per via della mancanza di impianti in città in cui poter giocare o allenarsi), riparte l’attività sportiva del Basketball Lamezia ma sempre “Comune permettendo”.
Infatti al momento la nuova affiliazione alla Fip è legata allo svolgimento di tutti i campionati giovanili regionali, ma a partire dal campionato under 16 di Eccellenza torna ad essere necessario riavere a disposizione il Palasparti, unico campo idoneo al regolamento federale presente in città.
Nella nota stampa si fa riferimento anche alla possibilità di tornare a disputare un campionato senior (lo scorso anno si lasciò in corsa la serie B, conquistata sul campo a Taranto dopo un finale di stagione sempre fuori da via Marconi) «alla luce della possibilità di riapertura non solo del Palasparti, ad oggi promessa dalle istituzioni, ma anche e di conseguenza della Palestra di via Savutano e delle palestre scolastiche in cui svolgere l’attività di basket e minibasket».
La società gialloblu rimarca come «ancora dipendiamo da quello che succede nelle stanze del Comune di Lamezia Terme. Invitiamo pertanto la Commissione Straordinaria a fare quello per cui sono stati confermati alla guida del Comune dal Ministero dell’Interno, cioè riaprire tutti gli impianti sportivi. Ci vuole poco impegno e dopo 18 mesi sarebbe il minimo sindacale che si può richiedere. Il sindaco di Avellino docet», anche se in questo caso il primo cittadino è un ex cestista che di propria tasca ha pagato l’iscrizione in serie B della squadra biancoverde, mentre a Lamezia oltre ai tempi di riapertura non è chiaro neanche quali saranno i modi, essendo scadute tutte le gestioni per gli impianti indoor e non avendo l'amministrazione preparato gli atti per farsi trovare pronti alla stagione agonistica prossima.
g.g. 




ULTIMISSIME